Autore

Adriana Riccomagno

Giornalista professionista in ambito sanitario

Presente e futuro del SSN si giocano su privacy, formazione e personale

Il Servizio sanitario del futuro visto dal presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta e dalla vice presidente dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali Ginevra Cerrina Feroni, con le sue criticità e potenzialità

Non c’è telemedicina senza formazione

Non ci può essere telemedicina senza adeguata formazione. Un aspetto fondamentale ma ancora da sviluppare. Facciamo il punto sullo stato dell’arte e sulle prospettive con Loredana Luzzi, direttore generale dell’Università degli Studi di Brescia e consigliera dell’Associazione italiana Sanità digitale e Telemedicina (AiSDeT)

Così i media hanno comunicato i vaccini anti-Covid

Vaccino accostato a salute e vite salvate oppure a effetti collaterali e decessi? Uno studio pubblicato su Nature Scientific Reports chiarisce come i media hanno inquadrato i vaccini anti-Covid durante la pandemia. Conclusioni: non ci sono testate esenti dai rischi della disinformazione, ma l’Intelligenza Artificiale ci può aiutare a orientarci tra i contenuti

Corsia veloce per l’acquisto dei Dispositivi Medici innovativi: il caso della Toscana

La Delibera della Regione Toscana N° 737 del 27 giugno 2022 prevede una corsia preferenziale per l’acquisto dei Dispositivi Medici innovativi. Funzionerà? Facciamo il punto su criticità e prospettive con Fernanda Gellona, Direttore Generale Confindustria Dispositivi Medici.

Telemedicina: ragionare sui modelli di organizzazione, di implementazione tecnologica e di acquisizione

Un bilancio al termine della due giorni degli Stati generali della Telemedicina, organizzati a Bari dall’AiSDeT. Il presidente Di Cillo: “Serve coinvolgere i medici per lavorare insieme a nuovi modelli di organizzazione, di implementazione e di acquisizione delle tecnologie”

Pillon: “Per attuare la telemedicina in Italia serve un coordinamento istituzionale”

Cosa serve per una vera implementazione della telemedicina in Italia? Un coordinamento istituzionale: dal Ministero con i suoi “superpoteri”, alle Regioni, alle ASL. Il commento di Sergio Pillon, vice presidente dell’Associazione italiana Sanità digitale e Telemedicina (AiSDeT)

Ricerca osservazionale: un nuovo documento che guarda al futuro

Il futuro degli studi osservazionali è tracciato nel documento “Ricerca osservazionale: un pilastro nel processo di produzione di conoscenza”, pubblicato il 26 luglio scorso dal Centro di coordinamento nazionale dei Comitati etici istituito presso l’AIFA. Tra le novità principali, il legittimo interesse come base giuridica per il trattamento dei dati

Psoriasi, la malattia che non guarisce ed è rimasta fuori dal Piano nazionale cronicità

C’è una malattia che non guarisce e che non ha trovato spazio nel Piano nazionale cronicità (Pnc), rimanendo esclusa dalle agevolazioni previste per altre dieci patologie. Non è l’unico problema: chi ne è affetto non beneficia nemmeno delle esenzioni dal pagamento del ticket

Italia e Desi 2022: il ruolo centrale della sanità

L’Italia quest’anno si posiziona diciottesima su ventisette Stati per il grado di digitalizzazione. L’Europa: “Puntare sui servizi digitali rendendo operativi i fascicoli sanitari elettronici”. Ne parliamo con Ernesto Belisario, avvocato, esperto di diritto delle tecnologie e innovazione nella Pubblica Amministrazione

Legge sulla Concorrenza: quali novità per la sanità?

Nella Legge sulla concorrenza nuove regole per l’accreditamento delle strutture sanitarie private. Ma, precisa Alice Cauduro, ricercatrice di diritto amministrativo dell’Università degli Studi di Torino, non si tratta di una rivoluzione nei rapporti pubblico-privato in sanità