Supplementi

Supplemento 3/2020
Approfondisci

Applicazione dell’accordo quadro nell’acquisto di farmaci biologici: obiettivi e criticità

Come noto, la Legge di Bilancio 2017 ha introdotto l’obbligo di ricorrere alla procedura di gara tramite accordo quadro per l’acquisto di farmaci biologici a brevetto scaduto per i quali siano presenti sul mercato 3 biosimilari, oltre all’originator.

Malgrado ciò, in Italia permane tuttora un clima di incertezza sulle modalità di una corretta competizione tra originator e biosimilari e, a distanza di qualche anno, sono emerse alcune esperienze significative e alcune evidenze che a volte hanno distolto, nella pratica attuativa, i principi ispiratori e le intenzioni del legislatore.

Il supplemento approfondisce gli obiettivi della norma sull’accordo quadro e rende conto di alcuni recenti sviluppi, raccogliendo le riflessioni a carattere multidisciplinare di Claudio Amoroso (Direttivo F.A.R.E.), Roberto Bonatti (Studio Legale Russo Valentini, Bologna) e Federico Spandonaro, (Professore aggregato Università di Roma Tor Vergata, Presidente C.R.E.A. Sanità).

Supplemento 2/2019
Approfondisci

La sicurezza dei farmaci biosimilari: sintesi del documento AIFA

Allo scopo di ottenere e divulgare informazioni sempre più approfondite circa l’efficacia e la sicurezza dei farmaci biosimilari, l’Area Vigilanza Post-Marketing dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha realizzato e pubblicato nel 2019 un’analisi basata sui dati di farmacovigilanza relativi ai biosimilari autorizzati e commercializzati in Italia e ai loro originatori.

Il presente supplemento di Policy and Procurement in HealthCare è dedicato alla sintesi dei principali risultati emersi dal documento AIFA sulla sicurezza dei biosimilari, con un’intervista di commento ad Achille P. Caputi, Professore Emerito di Farmacologia dell’Università di Messina.

Supplemento 1/2019
Approfondisci

La sostenibilità del mercato dei farmaci biosimilari in Italia

Da oltre 10 anni il mercato del farmaco si sta confrontando con l’introduzione in commercio dei farmaci biosimilari. Una storia piuttosto lunga, che però procede in maniera irregolare, senza che sia giunta ancora ad una soluzione che consenta di raccogliere e ottimizzare le esigenze di tutti gli attori coinvolti. Come contemperare obiettivi e valori dei sistemi sanitari nazionali e regionali, della comunità medica, dei pazienti e delle aziende farmaceutiche?
Domande impegnative che richiedono competenze ed esperienze a diversi livelli. Per questa ragione abbiamo interpellato alcuni esperti del procurement in sanità:

  • Dottor Claudio Amoroso, Membro del Direttivo FARE – Federazione delle Associazioni degli Economi e dei Provveditori della sanità; Consulente dell’Agenzia sanitaria regionale dell’Abruzzo
  • Avvocato Roberto Bonatti, Studio Legale Russo Valentini, Bologna
  • Ingegner Adriano Leli, Direttore della Società di Committenza Regione (S.C.R.) Piemonte S.p.A
  • Dottoressa Anna Maria Marata, Coordinatore della Commissione Regionale del Farmaco dell’Emilia Romagna; Membro Commissione Tecnico-Scientifica dell’AIFA
  • Dottor Claudio Marinai, Responsabile dell’Area Governo Strategico Beni Sanitari e di Consumo presso ESTAR Toscana
  • Professor Francesco Saverio Mennini, Research Director, Centre for Economic Evaluation and HTA (EEHTA), CEIS, Università di Roma Tor Vergata
  • Dottoressa Sandra Zuzzi, Azienda Zero, Regione Veneto; Past President FARE