Telemedicina ai tempi del COVID-19: da strumento poco usato a soluzione fondamentale per la sanità pubblica

La telemedicina in Italia, prima della pandemia da Covid-19, faceva fatica ad affermarsi. Con l’arrivo del coronavirus, nel giro di tre mesi, abbiamo invece assistito a piccole rivoluzioni, con progetti importanti introdotti dalle singole Regioni. Ma non basta un pc e una connessione per parlare di telemedicina: ci sono protocolli da seguire, regole da rispettare, tariffari da implementare e diversi ostacoli da superare.
I motivi per cui la Telemedicina non è mai davvero decollata nel nostro Paese risiedono nella resistenza al cambiamento da parte dei medici o nell’effettiva difficoltà ad attivare questi sistemi di teleconsulto?

Ne parliamo con:

  • Francesco Gabbrielli
    Direttore Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali, Istituto Superiore di Sanità (ISS)
  • Silvestro Scotti
    Segretario Generale Nazionale FIMMG e presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli

Modera:

  • Angelica Giambelluca
    Giornalista professionista in ambito medico